COMUNICAZIONE VUSCOM – COVID-19 – AGEVOLAZIONI E POSTICIPO TERMINI

VUSCOM in relazione alla situazione contingente all’emergenza legata al contrasto e al contenimento del diffondersi del virus COVID-19 comunica che:

  • Con delibera 17 marzo 2020 n.76/2020/R/com dispone il differimento di alcuni termini correlati alla gestione dei bonus sociali nazionali e la temporanea sospensione dei connessi flussi di comunicazione. In particolare, per il periodo 1° marzo – 30 aprile, al fine di garantire la continuità di erogazione dei bonus ai cittadini che ne hanno diritto, il provvedimento dispone che a coloro che dovessero rinnovare la domanda di bonus oltre la scadenza originaria prevista dalla regolazione, ma comunque entro i 60 giorni successivi al termine del suddetto periodo di sospensione, sia garantita la continuità dei bonus medesimi, con validità retroattiva a partire dalla data di scadenza originaria e per un periodo di 12 mesi.
  • Con delibera 12 marzo 2020 n.60/2020/R/com, tutte le eventuali procedure di sospensione delle forniture di energia elettrica, gas e acqua per morosità – di famiglie e piccole imprese – vengono rimandate dal 10 marzo scorso e fino al 3 aprile 2020. E’ stata pertanto prevista la rialimentazione delle forniture di gas naturale eventualmente sospese (o limitate/disattivate) dal 10 marzo 2020. Dal 3 aprile il fornitore interessato a disalimentare/ridurre la fornitura del cliente moroso è tenuto a riavviare la relativa procedura di sospensione e procedere nuovamente alla sua costituzione in mora. Nel dettaglio, la sospensione dei distacchi per morosità per il gas naturale riguarda tutti i clienti con consumo non superiore a 200.000 Smc/anno.

Inoltre, VUSCOM comunica che:

  • Poste Italiane, nostra società per il recapito, in relazione all’evoluzione della situazione epidemiologica ha disposto temporaneamente di concentrare ogni risorsa disponibile alle attività strettamente indispensabili. Pertanto, onde non aggravare lo stato di un servizio di assoluto rilievo sociale, nell’interesse di tutta l’utenza, e poter garantire l’erogazione del servizio medesimo, ha previsto una limitazione dei propri servizi che, in questo periodo, incidono anche sulla consegna delle fatture di Vuscom, in scadenza per il giorno 6 aprile. A causa di tale situazione contingente, si possono pertanto verificare ritardi, anche consistenti, nella consegna delle bollette. Per permettere i dovuti controlli da parte del cliente (già possibili invece per tutti coloro che hanno l’invio della bolletta tramite mail) VUSCOM comunica lo spostamento della data di scadenza delle suddette bollette al 18 aprile 2020.

 

Infine, VUS COM, con l’obiettivo di alleviare i vari disagi legati alla condizione emergenziale oggi esistente comunica che:

  • ha attivato da subito tutti i protocolli decisi dalle Autorità per la massima tutela dei propri dipendenti, clienti ed outsourcer, continuando ad assicurare i propri servizi.
  • In relazione al contingentamento degli accessi agli sportelli VUS COM aperti al pubblico, pur in presenza di un potenziamento dei canali telematici e telefonici, in ottemperanza al DPCM 8 marzo 2020, e sempre al fine di agevolare i clienti che necessitino di informazioni sulle bollette recapitate, fermo restando la scadenza al 18 aprile, utti i pagamenti effettuati entro il giorno 30 aprile non vedranno applicati gli interessi di mora.
  • Il contenuto di cui al punto precedente va messo in relazione con l’obiettivo di diluire i pagamenti tramite bollettino postale negli uffici stessi o presso gli altri canali ‘fisici’ che subiscono al pari il contingentamento degli ingressi.
  • Con una particolare attenzione ai clienti in difficoltà con i pagamenti delle bollette, tutti i clienti NON domestici con consumi inferiori a 200.000 Smc/anno possono chiedere di rinviare il pagamento della prossima bolletta (spostando in avanti di 30 giorni la data di scadenza (pertanto 18 maggio 2020) oppure, in alternativa, possono chiedere di rateizzare la bolletta stessa in tre rate aventi le seguenti scadenze 18 aprile, 18 maggio e 19 giugno). Si tratta di un’opportunità cui possono accedere tutte le forniture di gas naturale le cui bollette siano in scadenza in un periodo di tempo preciso: ossia fino al 30 aprile prossimo. Per le bollette con importi superiori a 5.000 euro, inoltre, saranno definiti piani di rateizzazione specifici. VUSCOM chiarisce che, in ogni caso, non saranno applicati interessi passivi per il ritardato pagamento.  Per ottenere le sopracitate agevolazioni è necessario contattare il Servizio clienti di VUSCOM, utilizzando i canali messi a disposizione dall’azienda (call center, mail, sito web).


Questo sito utilizza cookie, link “Privacy Policy” in basso a destra. Scorrendo questa pagina o cliccando su qualsiasi suo elemento così come su “Accetto”, acconsenti all’uso dei cookie.