EMERGENZA COVID-19 – FASE 2 – Riapertura sportelli al pubblico

L’ingresso negli Uffici del personale dipendente di VUSCOM

I lavoratori dovranno passare obbligatoriamente ad ogni ingresso giornaliero, attraverso la porta principale e sottoporsi al termoscanner prima di entrare in azienda.

I dipendenti VusCom dovranno prendere posto presso il piano superiore, la cui porta principale di ingresso sarà inibita all’accesso del pubblico.

L’attività in modalità smart working viene prorogata fino a nuova comunicazione; la proroga è da sottoporre comunque a regolarizzazione tramite comunicazione telematica all’INAIL[1].

Vista la ridotta dimensione dell’eventuale numero di lavoratori presenti negli uffici non si punterà su fasce orarie differenziate al fine di avere meno persone contemporaneamente negli uffici.

Sarà obbligatoria la ventilazione naturale continua e la sanificazione delle singole postazioni individuali (sedie e tavoli). Ogni postazione è dotata di apposito spray sanificante.

Gli spostamenti all’interno dell’azienda dovranno essere limitati.

L’accesso[2] ai locali di attesa da parte della clientela

L’accesso presso le sedi, gli sportelli e i negozi dell’azienda è concesso solo se i clienti e i fornitori sono dotati di mascherina[3] almeno di tipo chirurgico. I clienti vengono portati, tramite apposita cartellonistica, a conoscenza delle misure igienico-sanitarie[4] da seguire a seguito dell’emergenza Covid-19.

Sede di Foligno. Riapertura prevista per il giorno 4 maggio 2020. I locali di attesa presso la sede di Foligno potranno ospitare al massimo n.7 clienti di cui cinque in attesa e due attivi presso gli operatori di sportello. I successivi ingressi saranno regolati dalla regola ‘uno entra-uno esce’. Il blocco verrà gestito direttamente dal tornello in ingresso.

Tra le persone in attesa dovrà sempre essere garantita la distanza minima di un metro. Le sedute possibili sono individuate direttamente con apposito identificativo apposto sulla seggiola.

Per rendere effettiva la conoscenza di tale misura, si provvederà tramite una comunicazione agli interessati da porre accanto all’eliminacode presente prima dell’accesso alla verifica del termoscanner.

L’accesso dei clienti sarà garantito nel rispetto delle seguenti regole:

  1. L’accesso ai locali aziendali sarà consentito solo coloro che sono dotati almeno di mascherina chirurgica
  2. Utilizzare il gel di sanificazione e procedere alla sanificazione delle mani
  3. Utilizzare i guanti messi a disposizione della clientela
  4. Sottoporsi al termoscanner
  5. In caso di luce verde accedere agli spazi di attesa al servizio
  6. In caso di luce rossa uscire immediatamente dai locali aziendali e contattare il proprio medico di fiducia seguendone le indicazioni
  7. Prenotare il numero di accesso al servizio tramite il Totem predisposto allo scopo
  8. Sedersi nelle apposite sedie individuate e volte al rispetto della distanza di sicurezza di almeno un metro
  9. Accedere ai servizi solo ed esclusivamente dopo essere chiamati tramite il numero di prenotazione.
  10. Il cliente dovrà utilizzare esclusivamente la penna messa a disposizione della clientela. Tutte le operazioni dovranno essere rese con guanti indossati
  11. Al termine delle operazioni, il cliente si dirigerà verso l’uscita secondo l’apposito percorso appositamente individuato, gettando i guanti negli appositi contenitori. Dopo aver tolto i guanti il cliente dovrà nuovamente utilizzare il gel di sanificazione per la pulizia delle mani.
  12. Dovrà poi affrettarsi verso l’uscita dai locali aziendali.

Ove possibile, i locali aperti al pubblico saranno posti a continua ventilazione.

Ufficio di Spoleto. Riapertura prevista per il giorno 4 maggio 2020. L’attesa per I’accesso ai locali da parte dei clienti verrà effettuata all’esterno dell’immobile dove gli uffici stessi sono collocati. L’accesso stesso verrà regolato attraverso l’utilizzo dell’eliminacode posto in esterno. Nella c.d. Fase 2, come è ovvio visto che la fruizione sarà garantita ad una sola persona, non sarà attivo il supporto relativo al collegamento virtuale con lo sportello di Foligno (Skype)

L’accesso dei clienti al servizio sarà garantito nel rispetto delle seguenti regole:

  1. L’accesso ai locali aziendali sarà consentito solo coloro che sono dotati almeno di mascherina chirurgica
  2. Utilizzare il gel di sanificazione e procedere alla sanificazione delle mani
  3. Utilizzare i guanti messi a disposizione della clientela
  4. Sottoporsi al termoscanner
  5. In caso di luce verde accedere agli spazi di attesa al servizio
  6. In caso di luce rossa uscire immediatamente dai locali aziendali e contattare il proprio medico di fiducia seguendone le indicazioni
  7. Il cliente dovrà utilizzare esclusivamente la penna messa a disposizione della clientela. Tutte le operazioni dovranno essere rese con guanti indossati
  8. Al termine delle operazioni, il cliente si dirigerà verso l’uscita secondo l’apposito percorso appositamente individuato, gettando i guanti negli appositi contenitori. Dopo aver tolto i guanti il cliente dovrà nuovamente utilizzare il gel di sanificazione per la pulizia delle mani.
  9. Dovrà poi affrettarsi verso l’uscita dai locali aziendali.

La possibilità di salire al piano superiore viene regolata direttamente dall’operatore, il quale terrà in debita considerazione il tempo necessario al cliente servito di uscire dai locali aziendali. Il tutto al fine di evitare eventuali incroci nelle scale di accesso.

Tutti gli accessi successivi al primo saranno effettuati nel rispetto dalla regola ‘uno entra-uno esce’. Tra le persone in attesa dovrà sempre essere garantita la distanza minima di un metro. Per rendere effettiva la conoscenza di tale misura, si provvederà tramite una comunicazione agli interessati da porre accanto all’eliminacode

Ove possibile, i locali aperti al pubblico saranno posti a continua ventilazione.

Negozi di Norcia, Cascia e Perugia-Ponte San Giovanni. Riapertura per lo sportello di Norcia prevista per il giorno 4 maggio 2020. Riapertura per gli sportelli di Cascia e Perugia-Ponte san Giovanni prevista per il giorno 11 maggio 2020

L’attesa per I’accesso ai locali da parte dei clienti verrà effettuata all’esterno dell’immobile dove gli uffici stessi sono collocati. L’accesso stesso verrà regolato attraverso l’utilizzo dell’eliminacode posto in esterno e sarà sottoposto alla vigilanza costante dell’addetto al servizio di Front-office.

L’accesso dei clienti al servizio sarà garantito nel rispetto delle seguenti regole:

  1. L’accesso ai locali aziendali sarà consentito solo coloro che sono dotati almeno di mascherina chirurgica
  2. Utilizzare il gel di sanificazione e procedere alla sanificazione delle mani
  3. Utilizzare i guanti messi a disposizione della clientela
  4. Sottoporsi alla misurazione della temperatura con termometro ad infrarossi con misurazione a distanza.
  5. In caso di luce verde accedere agli spazi di attesa al servizio
  6. In caso di luce rossa uscire immediatamente dai locali aziendali e contattare il proprio medico di fiducia seguendone le indicazioni
  7. Il cliente dovrà utilizzare esclusivamente la penna messa a disposizione della clientela. Tutte le operazioni dovranno essere rese con guanti indossati
  8. Al termine delle operazioni, il cliente si dirigerà verso l’uscita, gettando i guanti negli appositi contenitori. Dopo aver tolto i guanti il cliente dovrà nuovamente utilizzare il gel di sanificazione per la pulizia delle mani.
  9. Dovrà poi affrettarsi verso l’uscita dai locali aziendali.

Ove possibile, i locali aperti al pubblico saranno posti a continua ventilazione.

Tra le persone in attesa dovrà sempre essere garantita la distanza minima di un metro.

Per rendere effettiva la conoscenza di tale misura, si provvederà tramite una comunicazione agli interessati da porre accanto all’eliminacode presente prima dell’accesso alla verifica della temperatura in modo tale da portarla alla conoscenza degli interessati, invitandoli a prenderne visione, ovvero attraverso l’affissione di appositi cartelli in prossimità degli accessi dei locali aziendali.

L’uscita dagli Uffici della clientela e l’ingresso dei clienti in attesa

Nel caso di uscita dai locali aziendali della sede di Foligno, i clienti dovranno osservare le modalità appositamente indicate dalle frecce direzionali, sempre al fine di mantenere il distanziamento sociale minimo. Sarà permesso anche l’ingresso/uscita ai disabili in carrozzina.

Nel caso di uscita dai locali aziendali di Spoleto, l’accesso di un nuovo cliente potrà avvenire solo dopo che il precedente sia fuoriuscito all’aperto delle mura aziendali. Nel caso dei negozi di Norcia, Cascia e Perugia-Ponte San Giovanni visto lo scarso afflusso di clientela si rispetteranno le prescrizioni minime.

[1] ART.1 LETT. gg) fermo restando quanto previsto dall’art. 87 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, per i datori di lavoro pubblici, la modalità di lavoro agile disciplinata dagli articoli da 18 a 23 della legge 22 maggio 2017, n. 81, può essere applicata dai datori di lavoro privati a ogni rapporto di lavoro subordinato, nel rispetto dei principi dettati dalle menzionate disposizioni, anche in assenza degli accordi individuali ivi previsti; gli obblighi di informativa di cui all’art. 22 della legge 22 maggio 2017, n. 81, sono assolti in via telematica anche ricorrendo alla documentazione resa disponibile sul sito dell’Istituto nazionale assicurazione infortuni sul lavoro;

[2] DPCM 26/04/2020 – ART.1 LETT. dd) gli esercizi commerciali la cui attività non è sospesa ai sensi del presente decreto sono tenuti ad assicurare, oltre alla distanza interpersonale di un metro, che gli ingressi avvengano in modo dilazionato e che venga impedito di sostare all’interno dei locali più del tempo necessario …i. Si raccomanda altresì l’applicazione delle misure di cui all’allegato 5;

[3] ART.3 2. Ai fini del contenimento della diffusione del virus COVID-19, è fatto obbligo sull’intero territorio nazionale di usare protezioni delle vie respiratorie nei luoghi chiusi accessibili al pubblico….

[4] Allegato 4 Misure igienico-sanitarie

  1. lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali aperti al pubblico soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;
  2. evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;
  3. evitare abbracci e strette di mano;
  4. mantenere, nei contatti sociali, una distanza interpersonale di almeno un metro;
  5. praticare l’igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);
  6. evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l’attività sportiva;
  7. non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
  8. coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;
  9. non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;
  10. pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;
  11. è fortemente raccomandato in tutti i contatti sociali, utilizzare protezioni delle vie respiratorie come misura aggiuntiva alle altre misure di protezione individuale igienico-sanitarie.

[1] ART.1 LETT. gg) fermo restando quanto previsto dall’art. 87 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, per i datori di lavoro pubblici, la modalità di lavoro agile disciplinata dagli articoli da 18 a 23 della legge 22 maggio 2017, n. 81, può essere applicata dai datori di lavoro privati a ogni rapporto di lavoro subordinato, nel rispetto dei principi dettati dalle menzionate disposizioni, anche in assenza degli accordi individuali ivi previsti; gli obblighi di informativa di cui all’art. 22 della legge 22 maggio 2017, n. 81, sono assolti in via telematica anche ricorrendo alla documentazione resa disponibile sul sito dell’Istituto nazionale assicurazione infortuni sul lavoro;

[1] DPCM 26/04/2020 – ART.1 LETT. dd) gli esercizi commerciali la cui attività non è sospesa ai sensi del presente decreto sono tenuti ad assicurare, oltre alla distanza interpersonale di un metro, che gli ingressi avvengano in modo dilazionato e che venga impedito di sostare all’interno dei locali più del tempo necessario …i. Si raccomanda altresì l’applicazione delle misure di cui all’allegato 5;

[1] ART.3 2. Ai fini del contenimento della diffusione del virus COVID-19, è fatto obbligo sull’intero territorio nazionale di usare protezioni delle vie respiratorie nei luoghi chiusi accessibili al pubblico….

[1] Allegato 4 Misure igienico-sanitarie

  1. lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali aperti al pubblico soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;
  2. evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;
  3. evitare abbracci e strette di mano;
  4. mantenere, nei contatti sociali, una distanza interpersonale di almeno un metro;
  5. praticare l’igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);
  6. evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l’attività sportiva;
  7. non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
  8. coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;
  9. non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;
  10. pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;
  11. è fortemente raccomandato in tutti i contatti sociali, utilizzare protezioni delle vie respiratorie come misura aggiuntiva alle altre misure di protezione individuale igienico-sanitarie.

 



Questo sito utilizza cookie, link “Privacy Policy” in basso a destra. Scorrendo questa pagina o cliccando su qualsiasi suo elemento così come su “Accetto”, acconsenti all’uso dei cookie.