Il Profilo di Prelievo

ASSEGNAZIONE DEL PROFILO DI PRELIEVO STANDARD AI PUNTI DI RICONSEGNA GAS.

Ciascun Punto di Riconsegna[1] del gas naturale è caratterizzato da due dati necessari a determinare la stima dell’andamento dei suoi consumi, ovvero:

  1. il prelievo annuo presunto: rappresenta la miglior stima del consumo annuo;
  2. il profilo di prelievo standard: è un insieme di valori giornalieri che rappresentano l’andamento dei consumi nel tempo, in funzione della categoria d’uso[2], della classe di prelievo[3] e della zona climatica di riferimento[4].

[1] Identifica il punto fisico in cui il gas naturale viene consegnato da VUS COM e prelevato dal cliente finale, e corrisponde al contatore;
[2] Caratterizza ciascun Punto di Riconsegna in funzione della destinazione d’uso del gas:

Codice Descrizione Categoria d’Uso Componente termica
C1 Riscaldamento SI
C2 Cottura cibi e/o produzione acqua calda sanitaria NO
C3 Riscaldamento + Cottura cibi e/o produzione acqua calda sanitaria SI
C4 Condizionamento NO
C5 Condizionamento + Riscaldamento SI
T1 Tecnologico (artigianale-industriale) NO
T2 Tecnologico + Riscaldamento SI

 

[3] Caratterizza ciascun Punto di Riconsegna in funzione dei giorni settimanali di prelievo:

Codice Giorni settimanali di prelievo
1 7 giorni
2 6 giorni (escluse Domeniche e festività nazionali)
3 5 giorni (esclusi Sabati, Domeniche e festività nazionali)

 

[4] Ex Tabella A del D.P.R. n. 412 di data 26/8/1993 e ss.mm.ii.; ciascun Comune è stato assegnato a una delle 6 zone climatiche, in funzione dei Gradi-Giorno; inoltre la zona climatica indica in quale periodo e per quante ore è possibile accendere il riscaldamento negli edifici:

 

Zona climatica   Gradi-Giorno Periodo di accensione   Orario consentito
A Fino a 600 Dal 1/12 al 15/3 6 ore/giorno
B da 601 a 900 Dal 1/12 al 31/3 8 ore/giorno
C da 901 a 1.400 Dal 15/11 al 31/3 10 ore/giorno
D da 1.401 a 2.100 Dal 1/11 al 14/4 12 ore/giorno
E da 2.101 a 3.000 Dal 15/10 al 15/4 14 ore/giorno
F Oltre 3.000 Nessuna limitazione Nessuna limitazione

L’ARERA, con la delibera n.229/2012/R/GAS, è intervenuta sull’argomento, stabilendo:

a) un nuovo metodo di determinazione del prelievo annuo presunto, sulla base delle due più recenti letture del contatore disponibili – le quali devono essere distanziate fra loro di almeno 300 giorni – e del profilo di prelievo standard;

b) un nuovo criterio di assegnazione del profilo di prelievo standard, sulla base dell’uso del gas(tecnologico[1]o civile[2] e del prelievo annuo.

Ciascun profilo di prelievo standard è composto da 365 valori giornalieri percentuali (la cui somma è quindi pari a 100), pertanto il prelievo giornaliero presunto di ogni Punto di Riconsegna è calcolato moltiplicando il prelievo annuo presunto per il peso percentuale di ciascun giorno.

La determinazione del prelievo annuo presunto, l’assegnazione del profilo di prelievo standard, e quindi i calcoli per determinare i prelievi presunti di ciascun giorno, spettano alle società di distribuzione, le quali utilizzeranno tali dati per le seguenti attività:

  • Stima dei prelievi in caso di sostituzione nella fornitura a clienti finali (c.d. switching), quando il distributore sia impossibilitato a rilevare la lettura per cause indipendenti dalla propria volontà;
  • Allocazione dei volumi di gas tra gli utenti dei punti di riconsegna condivisi del sistema di trasporto;
  • Determinazione del corrispettivo di distribuzione e conseguente fatturazione mensile;
  • Ripartizione dei consumi tra due anni termici consecutivi.

Il nuovo criterio di assegnazione del profilo di prelievo standard, stabilito dall’ARERA con decorrenza dal prossimo 1 gennaio 2013, è rappresentato nella tabella che segue:

USO DEL GAS PRELIEVO ANNUO PRESUNTO CATEGORIA D’USO ASSEGNATA CLASSE DI PRELIEVO
Civile Inferiore a 500 Smc Cottura cibi e/o produzione di acqua calda sanitaria (codice C2) 7 giorni/settimana (cod.1)
Civile Compreso tra 500 e 5.000 Smc Riscaldamento + Cottura cibi e/o produzione di acqua calda sanitaria (codice C3) 7 giorni/settimana (cod.1)
Civile Superiore a 5.000 Smc Riscaldamento (codice C1) 7 giorni/settimana (cod.1)
Tecnologico Nessuna limitazione Tecnologico + Riscaldamento (codice T2) 5 giorni/settimana (cod.3)

L’ARERA ha anche stabilito che in taluni casi i titolari dei Punti di Riconsegna possono attestare, attraverso l’invio a VUS COM di una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, un utilizzo del gas diverso da quello loro assegnato; precisamente:

  • I titolari di P.d.R. con uso civile possono attestare un utilizzo del gas per il condizionamento, chiedendo l’associazione delle categorie d’uso C4 o C5;
  • I titolari di P.d.R. con uso civile e con prelievo annuo superiore a 5.000 Smc possono attestare un utilizzo del gas diverso da quello loro assegnato, chiedendo l’assegnazione della categorie d’uso C2 o C3;
  • I titolari di P.d.R. con uso tecnologico possono attestare un utilizzo del gas diverso da quello loro assegnato, specificando la categoria d’uso e la classe di prelievo da associare al proprio PdR.
Questo sito utilizza cookie, link “Privacy Policy” in basso a destra. Scorrendo questa pagina o cliccando su qualsiasi suo elemento così come su “Accetto”, acconsenti all’uso dei cookie.